Bologna Children’s Book Fair 2017

3392894086_0cbd94b7e1_z

Cronache dalla Fiera del libro per bambini e ragazzi.

Dal 3 al 6 aprile 2017 torna, nel capoluogo emiliano, la 54° edizione della Bologna Children’s Book Fair.

Ho avuto l’occasione di seguire da vicino l’evento e di scoprire un vero e proprio mondo “oltre lo specchio“, quello dell’editoria per l’infanzia, un settore nascosto ma sempre ben presente nel mondo editoriale e in continuo movimento, pieno di sorprese.

Un universo che comprende tante cose (non solo libri ma anche animazione, fumetti, app multimediali, illustrazione…) in un unico grande contenitore audiovisivo e multitasking.

Di seguito il resoconto delle giornate 4 e 5 aprile, in cui sono stato presente all’evento.

Martedì 4 aprile

Si arriva alla Fiera di Bologna e si vien fin da subito invasi dai colori. La manifestazione dedica un grande spazio al mondo dell’Illustrazione grazie alla Mostra degli Illustratori, una selezione delle opere più significative provenienti da tutto il mondo. Interessante anche la sezione dedicata ai Silent Book, i cui disegni dicono più di mille parole.

mostra illuistratori

Esattamente come bambini vengo attratto subito dai colori e mi lascio guidare in questo mondo colorato.

Tra i disegni è possibile notare (e prendere con mano) quelli appesi al cosiddetto “muro del pianto”, 4 pareti completamente libere che vengono riempite subito da sketch, disegni e contatti che gli illustratori possono lasciare nella speranza di poter essere contattati per future collaborazioni. Un modo come un altro per farsi dei contatti

Muro del pianto

Finita questa prima sezione, mi addentro all’interno dei Padiglioni della Fiera. Il Programma è diviso in 4 Programmi specifici a seconda del settore d’interesse (Autori, Illustratori, Traduttori e Programmatori di  App per bambini) e la Licensing Trade Fair, pensata più per i professionisti del settore.

Sempre seguendo l’istinto del bambino (perché quello è il criterio da seguire) la prima cosa che faccio è fare visita alla mostra Pop-Up Show, dedicata i libri con le figure da animare (non “animate”, come sottolinea la guida).

Mostra Pop-Up

Tante rarità che vanno dagli anni 20 fino agli anni 2000, di diversa provenienza e con esempi che si possono toccare veramente con mano.

Dopo un giro tra i vari stand delle case editrici medie e piccole (molto più interessanti rispetto ai grandi gruppi editoriali), ancora una volta sono i colori ad attrarrmi. Più che i colori il disegno, vero e proprio leitmotiv della sezione Digital dove si trovano tante App dedicate al mondo dei disegni e dei colori. Grande successo, inoltre, per quanto riguarda i libri da colorare, molto richiesti sia dai bambini che dagli stessi adulti.

WhatsApp Image 2017-04-04 at 18.48.53 (7)

Da qui parto alla volta dell’Authors Cafè, vero e proprio cuore dell’evento con le presentazioni degli autori;

Di fianco ad esso, il Translator Cafè, lo spazio dedicato agli incontri e workshop legati alla traduzione. Questo pomeriggio sono due gli incontri che attirano maggiormente la mia attenzione: Voglio vedere il film! L’accessibilità agli audiovisivi per i bambini non vedenti Convegno: Camminare tra gli Elfi: le difficoltà di tradurre J.R.R. Tolkien che dimostrano come questo settore dell’editoria sia molto attivo e in continuo movimento.

Translator cafè

Questo la dice lunga anche sul fatto che questa sia una delle edizioni più “internazionali” della Fiera, con più di 50 stand stranieri (molti quelli asiatici e dell’Est Europa).  Il Paese Ospite di quest’anno è stata la Catalogna e le Isole Baleari, una regione che ha una storia e una tradizione particolare in questo settore, leggete qui se non ci credete.

catalogna 2

Perciò, dopo aver visto il mondo dei mille colori, dopo aver attraversato mondi immaginari e reali e aver incontrato professionisti ed appassionati come me, la giornata si conclude con la prova del videogioco StarPirates della Kenzan Studios, casa di produzione svizzera che realizza giochi in VR (realtà virtuale). Indossando il visore e le apposite manopole (che nella VR saranno una spada e una pistola) si può entrare direttamente dentro una nave pirata e conquistare un ricco bottino!

Mercoledì 5 aprile

Stanco ma indomito mi preparo per la mia seconda giornata (per tutti gli altri è la terza) alla Children’s Book Fair.

Il programma di oggi è tutto basato sulla multimedialità: si comincia alle 10.00 al Digital Cafè con la presentazione delle App per bambini, tra cui (molto interessante) Benvenuti ABC, un’applicazione not-for-profit per insegnare le lingue ai bambini migranti.

Dal Digital cafè mi sposto poi verso la Licensing Trade Fair dove vengo subito attaccato da numerosi cosplayer e pupazzoni giganti di Masha e Orso e delle Winx (il settore ospita anche le case di produzione d’animazione). Oltre però ad abbracciare pupazzi enormi, il mio interesse è per il seminario delle 12.00: Risorse pubbliche per l’animazione: prospettive della nuova legge cinema (L. n. 220/2016) un settore che sta sempre più destando la mia curiosità e di cui forse scriverò in seguito;

Passata la mattina mi prendo un bel gelato per recuperare le forze e mi rimetto in moto alla ricerca di cose interessanti nei numerosi stand che la fiera offre, e facendo incetta di cataloghi;

Anche perché devo prepararmi per l’evento clou del pomeriggio: la Premiazione dei Premi Strega Ragazze e Ragazzi 2017.

Si tratta di un premio particolare, inaugurato durante la Children’s Book Fair dell’anno scorso; si divide in due categorie: +6 (libri per lettori dai 6 ai 10 anni) e +11 (dagli 11 ai 14 anni); una giuria seleziona una cinquina di libri (sia stranieri che italiani) che durante l’anno sono stati pubblicati per questi due target; le due cinquine poi vengono fatte leggere ad alcune scuole (circa una sessantina quest’anno) italiane e gli alunni scelgono un vincitore per ciascuna cinquina;

Si tratta di un premio importante, non solo perché derivato dal Premio Strega (che è uno dei concorsi letterari italiani più prestigiosi) ma anche perché in palio, per i vincitori, c’è la possibilità di partecipare al Salone del Libro di Torino e un consistente premio in denaro (che viene dato anche al traduttore nel caso di vittoria di un libro straniero);

Quest’anno i vincitori sono stati i seguenti:

Categoria 6+: Muschio di David Cirici (traduttore Francesco Ferrucci);

Categoria 11+: L’estate che conobbi il Che di Luigi Garlando;

Di seguito la Cerimonia di Premiazione:

Belli e commoventi i discorsi dei vincitori!

Le mie giornate alla Children’s Book Fair finiscono così. Dopo un’altra fugace visita agli stand mi avvio verso i cancelli della Fiera e lascio la manifestazione per quest’anno.

Torno così nel mondo “aldiquà dello specchio”, non senza una punta di nostalgia per questo mondo così vivace e colorato.

In tutta la città saranno poi presenti numerosi eventi Off che continueranno per tutto il mese di aprile e anche oltre (che trovate nel catalogo BOOM Crescere nei libri, se siete interessati).

Consigli per gli acquisti:

  • David Cirici, Muschio, il Castoro (vincitore Premio Strega Ragazze e Ragazzi 6+);
  • Luigi Garlando, L’estate che conobbi il Che, Rizzoli (vincitore Premio Strega Ragazze e Ragazzi 11+);
  • Marta Pantaleo, Ciao Ciao giocattoli (vincitore del Silent Book Contest), Carthusia Edizioni;
  • Jay Asher, Thirteen Reasons Why, Penguin Books;
  • Martoz, La mela mascherata, Collana Dino Buzzati (Canicola);
  • Sophia Martineck, Hansel e Gretel, Collana Dino Buzzati (Canicola);
  • Pierdomenico Baccalario, Lo spacciatore di Fumetti,  Edizioni EL;
  • Jean-Blaise Dijan, Olivier Legrand, David Etien, The Baker Street Four, Insight Editions;
  • Guia Risari, Il viaggio di Lea, Edizioni EL;
  • Fabio Cicolani, Millennials, La Corte Editore;
  • Noelle Stevenson, Nimona, Bao Publishing;
  • Lucia Tumiati, Il mio amico invisibile, Giunti;
  • Katherine Rundell, La ragazza dei lupi, Rizzoli;
  • Wu Ming, Il ritorno di Cantalamappa, Mondadori Electa;
  • Nicola Cinquetti, Ultimo venne il verme, Bompiani;
  • Fabio Geda- Marco Magnone, Berlin, Mondadori;
  • Maria Giulia Cotini, Shotaro, Mondadori;
  • Meg McLaren, Pigeon P.I., Hardcover;
Annunci

2 thoughts on “Bologna Children’s Book Fair 2017

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: