#BCBF2018 – terzo giorno

Giornata di premiazioni e di paesi stranieri.

Oggi alla Fiera del Libro per bambini e ragazzi è stata la giornata delle Premiazioni.
Come ormai è consuetudine, infatti, durante la Children’s Book Fair di Bologna vengono assegnati i Premi Strega Ragazze e Ragazzi, uno de premi più importanti in Italia per quanto riguarda questo settore.
I vincitori delle due categorie del Premio (6-10 anni e 11-15 anni) non solo vincono un premio consistente in denaro, ma hanno la possibilità di partecipare come ospiti al Salone del Libro di Torino, la più importante manifestazione fieristica italiana riguardante i libri e la lettura!

Cosa molto importante: i finalisti sono divisi in due cinquine in base alla categoria d’appartenenza che ricalca l’età dei lettori a cui si rivolgono. E sono proprio questi lettori a scegliere il vincitore di ciascuna categoria. I libri selezionati, infatti, sono stati fatti leggere, durante l’anno a diversi bambini e ragazzi i alcune scuole selezionate che poi scelgono il loro preferito che diventa il vincitore. Si tratta di un grande lavoro e di una scelta importante poiché dà voce proprio a coloro che leggono.
E infatti lo sponsor della manifestazione (BPER banca) oltre ai due premi canonici quest’anno ha istituito due premi veramente speciali: uno per la miglior scuola che si è prodigata per incentivare la lettura (tra quelle selezionate per fare da giuria al concorso) e il Premio alla migliore recensione dei libri letti. Di seguito i vincitori:

Miglior scuola: Scuola Primaria Monte Grappa (Bolzano Vicentino, VI); vince 1000 euro per realizzare una biblioteca scolastica aperta a tutti;

Miglior recensione: Giulia Mereu, Liceo Scientifico “Pacinotti” (Cagliari), vince 500 euro in bonus libri;

Ecco le cinquine e i vincitori di quest’anno.

Categoria 6+:

Vincitore: Lluis Prats Martinez, Hachiko, il cane che aspettava (essendo un libro straniero un ulteriore premio è andato al traduttore italiano Alberto Cristofori).

Categoria 11+:

Vincitore: Paola Zannoner, L’ultimo faro.

Dopo la premiazione cogliamo l’occasione per andare a visitare i padiglioni 21 e 22 dove sono radunati gli espositori stranieri. Si tratta della parte più interessante di tutta la Fiera in quanto si possono vedere romanzi, fumetti, libri illustrati e gadget provenienti da tutti gli angoli del pianeta, ancora inediti in italiano.

20180328_135006[1]
Il padiglione 21 visto dall’alto

Quello che colpisce immediatamente l’occhio del visitatore sono i colori che caratterizzano i cinque continenti e la maestosità degli stand che, a volte, racchiudono più paesi in uno. Come quello dei Nordic Countries, un intero padiglione dedicato ai magici mondi dell’Europa del Nord (Irlanda, Islanda, Finlandia, Norvegia e Svezia).

Oppure l’ampia sezione dedicata ai paesi francofoni in cui è possibile ammirare in anteprima le ultime uscite per quanto riguarda le graphic novel francesi, le famose bande dessinèes, in particolare quelle delle tre case editrici più famose (Dargaud, Le Lombard e Dupuis).
Della Dargaud abbiamo l’occasione di leggere Tyler Cross, nuova serie a fumetti d’ispirazione spionistica che si rifà ai classici noir degli anni 50. In essa in fatti sono presenti colori scuri e opachi che si fondono però con quelli caldi e accesi della Florida, in cui sono ambientate le vicende. Protagonista un gangster coinvolto in loschi traffici e affari sporchi. L’uso delle vignette, quasi sempre mute, e dei dialoghi usati come “flusso di pensiero” del protagonista rendono iconico il fumetto e  questo personaggio. Se cercate atmosfere da Ellroy e Chester Gould, questo è il fumetto che fa la caso vostro.

Sempre sul versante “fumettistico” da segnalare le anticipazioni in casa Tunuè, una delle realtà più vivaci nel panorama delle graphic novel italiane ed europee: Viola Giramondo di Teresa Radice e Stefano Turconi e Il piccolo Caronte di Sergio Algozzino e Deborah Allo.

Tra i consigli di oggi non possiamo non citare due titoli che ci hanno molto colpito, dedicati a un target di lettori molto piccoli:

Il nemico  di Davide Calì e Serge Bloch

Libro illustrato che parla della guerra, in particolare della sua insensatezza e stupidità. Un soldato, in trincea, combatte contro un nemico di cui non sa né le fattezze né il volto, sa solo che è un nemico e quindi lo deve combattere. Salvo poi scoprire che questo, in realtà, non è poi così diverso da lui. Una storia molto profonda che fa riflettere il lettore, ideata da uno dei migliori disegnatori italiani del momento.

Io vado di Matthieu Maudet

Un giovane uccellino si appresta ad abbandonare il proprio nido e ad andare via. Quale sarà la sua meta? Riuscirà a sopravvivere? Come si comporteranno i suoi famigliari? Lo incoraggeranno a lasciare il nido o cercheranno di trattenerlo? Il finale fornirà le domande per tutti questi dubbi. Una storia originale e ironica, pensata per i più piccoli ma che in realtà può essere adatta ai lettori di tutte le età.

Il nostro giro oggi finisce dove si comincia, cioè dalla Mostra degli Illustratori dove possiamo ammirare alcune opere di un certo interesse e la Mostra correlata degli illustratori cinesi (ricordiamo che la Cina è Paese ospite di quest’anno).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: